lunedì 30 marzo 2015

Formula Satira - 2015 Episodio 2 - Gp Malesia

Questo post non potrebbe cominciare senza un doveroso e doloroso omaggio per lo spettatore investito e ucciso alla gara VLN disputata questo weekend al Nurburgring. Questo sport è certe volte crudele con chi lo ama, ma per onorare chi perde la vita guidando o guardando chi guida ci sono solamente due modi: migliorare la sicurezza e continuare a correre e a parlare di corse. Riderne, talvolta.

Vettel ha vinto a Sepang il suo primo Gran Premio di F1 da quando ha abbandonato la Red Bull per accasarsi alla Ferrari! La notizia ha dell'impensabile, visto dov'era la Ferrari l'anno scorso. I tifosi che avevano perso ogni speranza hanno ripreso vigore, non senza un grande stupore...


Dicevano che anche il 2015 sarebbe stato un anno completamente a disposizione di Mercedes. I mattatori dello scorso campionato sono comunque arrivati entrambi sul podio, ma evidenziando alcune pecche a livello strategico. In più sembra che all'interno del team si sia stabilita in silenzio una gerarchia favorevole a Hamilton, con Rosberg sempre a inseguire....


Nel corso delle fasi finali del GP della Malesia è avvenuto un altro evento storico. Vettel ha doppiato entrambe le Red Bull, in grossa difficoltà non solo di motore ma pure telaisticamente. Ricciardo, che l'anno scorso aveva surclassato il 4 volte campione del mondo, ha dovuto piegarsi alle bandiere blu.



Nelle fasi iniziali, invece, era stato Ericsson a farsi notare con un testacoda da pivello. Peccato, perché aveva corso una grande qualifica e poteva dire la sua anche in gara. Monisha Kaltenborn, a quanto pare, si è quasi pentita di aver mandato a casa Van Der Garde, Sutil, Sirotkin, la De Silvestro, Gutierrez eccetera eccetera


Sergio Perez ha dato ancora conferma riguardo la sua (fin troppa) decisione in pista. Durante il tentativo di sorpasso di Grosjean, il messicano gli ha dato una ruotata ad alta velocità, spedendo fuori pista il francese. Penalità giusta, ecco. Gli altri piloti dovranno stare attenti quando Perez aprirà ancora la porta, perché la sbatte anche troppo spesso.


Nella splendida domenica per l'Italia che corre, c'è stato anche il mega podio in MotoGP con Rossi, Dovizioso e Iannone a festeggiare un monopolio che non si vedeva dal 2005. Grande la Ducati ma anche grande Rossi. Quando la voglia di primeggiare è così enorme, tutte le critiche ingiustificate finiscono nel calderone dell'idiozia...



Classifica GP Malesia:
1 Sebastian Vettel Ferrari
2 Lewis Hamilton Mercedes
3 Nico Rosberg Mercedes
4 Kimi Raikkonen Ferrari
5 Valtteri Bottas Williams
6 Felipe Massa Williams
7 Max Verstappen Toro Rosso
8 Carlos Sainz Toro Rosso
9 Daniil Kvyat Red Bull
10 Daniel Ricciardo Red Bull

Classifica Piloti
1 Lewis Hamilton 43
2 Sebastian Vettel 40
3 Nico Rosberg 33
4 Felipe Massa 20
5 Kimi Raikkonen 12
6 Felipe Nasr 10
7 Valtteri Bottas 10
8 Daniel Ricciardo 9
9 Nico Hulkenberg 6
10 Max Verstappen 6
11 Carlos Sainz 6
12 Marcus Ericsson 4
13 Daniil Kvyat 2
14 Sergio Perez 1

Classifica Costruttori
1 Mercedes 76
2 Ferrari 52
3 Williams 30
4 Sauber 14
5 Toro Rosso 12
6 Red Bull 11
7 Force India 7

Nessun commento:

Posta un commento