lunedì 3 novembre 2014

Formula Satira - Episodio 18 - Gara GP USA 2014

Hamilton vince di forza il GP degli Stati Uniti con un sorpasso bruciante a Nico Rosberg. L'inglese ha dimostrato che ha decimi di riserva nel suo acceleratore, da usare quando la situazione diventa complicata. Nonostante questa vittoria Lewis non avrà la possibilità matematica di vincere il mondiale in Brasile, grazie alla regola dei doppi punti di Abu Dhabi. Nico Rosberg sembra leggermente appannato in gara, mentre sul giro secco i due si equivalgono. Hamilton, dopo la delusione del sabato, ha subito voluto dare un colpo psicologico al suo compagno di squadra...


Al primo giro della gara ha fatto il suo ingresso la safety car a causa di un incidente tra Perez, Sutil e Raikkonen. Il messicano ha tentato un sorpasso impossibile, prima colpendo di striscio Raikkonen e poi carambolando imbizzarrito contro il tedesco della Sauber. Il povero Sutil, che era in zona punti dopo un'ottima qualifica, ha visto così svanire la possibilità di portare la propria macchina a punti per la prima volta nel 2014. La rabbia di Adrian è comprensibile...


Raikkonen, pur con le attenuanti legate all'incidente del primo giro, ha offerto nuovamente una prestazione scialba. Lontanissimo dai punti e dalle posizioni che contano, sopravanzato anche dalle Lotus: una crisi nera che forse è legata anche alla lunghezza della stagione. Insomma, Kimi non vede l'ora di lasciarsi alle spalle questo 2014...


Il prossimo compagno di squadra di Kimi, Sebastian Vettel, ha fatto una gara accorta e intelligente, risalendo dall'ultimo posto fino a una onorevole 7° piazza. Il suo passo, confrontato con quello delle Ferrari, è decisamente migliore; molti sono dubbiosi della sua scelta di passare in rosso. Pare che anche l'eroe di Matrix, Keanu Reeves, si sia espresso in materia...


Nessun commento:

Posta un commento