martedì 2 settembre 2014

GP d'Italia 2014: il borsino dei favoriti

Nessuno sa chi potrà vincere il prossimo Gran Premio d'Italia all'Autodromo di Monza (anche se è concesso sospettare che possa trattarsi di una Mercedes) anche se i "Tifosi" vorrebbero fosse una macchina rossa (no, non la Marussia).

Non c'è un reale super specialista, nella rosa dei partenti al GP 2014. Manca, ad esempio, uno dei migliori interpreti in assoluto del tracciato brianzolo, ovvero Juan Pablo Montoya. Il colombiano ha vinto e siglato numerose pole position, rompendo l'egemonia Ferrari del lustro 2000-2004. Anche i piloti italiani spingono oltre il loro limite quando corrono su questa pista, ma quest'anno purtroppo non ci saranno i nostri portacolori sulla griglia.

Proviamo allora a stilare una classifica dei "presunti" favoriti in base ai loro migliori risultati sulla pista di Monza. 

1° - Vettel (Red Bull). 3 vittorie (una strepitosa nel 2008 con la Toro Rosso, le altre nel 2011 e nel 2013), più 3 pole position. Sebastian ama Monza e nell'edizione 2014 potrebbe essere lui il favorito dopo il duo Mercedes.


2° - Alonso (Ferrari). Lo spagnolo ha vinto nel 2007 con la Mclaren e nel 2010 con la Ferrari, sempre partendo dalla pole position. Al suo attivo anche due secondi e due terzi posti.



3° - Hamilton (Mercedes). Lewis ha vinto qui nel 2012, ha conquistato due pole position e un 2° posto nel 2007. In GP2 ha fatto 2° e 3° nel 2006. La pista gli piace, potrebbe ripartire qui la sua rincorsa a Rosberg.


4° - Button (Mclaren). Jenson è il pilota con più GP d'Italia sulle spalle in attività. Quest'anno sarà il suo 15° GP a Monza; in passato ha conquistato tre 2° posti in fila (dal 2009 al 2011) e un 3° nel 2004.

5° - Raikkonen (Ferrari). Kimi è arrivato 2° nel 2006 con la Mclaren, due volte 3° nel 2007 e nel 2009. In più ha conquistato due pole position nel 2005 e nel 2006.

6° - Perez (Force India). Il messicano è arrivato 2° con la Sauber nel 2012, dopo una gara incredibile nella quale ha mostrato la sua capacità di gestire le gomme e di attaccare qualora servisse. Sarà un bel jolly anche quest'anno.

7° - Massa (Williams). Tanti GP d'Italia ma poca fortuna per il calimero brasiliano: 3° nel 2010 e due 4° posti nel 2012 e nel 2013.

8° - Sutil (Sauber). Nel 2009, con le Force India fortissime sui circuiti veloci, ha mancato di un soffio il podio, cogliendo il 4° posto finale. Difficilmente potrà ripetere l'impresa quest'anno...

9° - Rosberg (Mercedes). Non è mai stata una pista molto fortunata per l'attuale leader del campionato. Come miglior risultato in F1 ha un 5° posto (nel 2010) e due 2° posti in GP2. Molto probabilmente quest'anno potrebbe cogliere un risultato più prestigioso!

10° - Hulkenberg (Force India). Con una gara consistente, Nico è arrivato 5° nel 2013 guidando la mediocre Sauber. In precedenza aveva conquistato un podio ai tempi della GP2 (3°).

11° - Ricciardo (Red Bull). In F1 ha raggiunto solamente un 7° posto a Monza, ma nel 2011 ha avuto un weekend quasi perfetto nella Formula Renault 3.5, conquistando un 1° e un 2° posto.

12° - Grosjean (Lotus). Un 8° posto e due terzi posti in GP2, un bottino abbastanza magro per il francese. Probabilmente anche quest'anno non potrà ambire a migliorare di molto questi risultati.

13° - Kobayashi (Caterham). Per il giapponese, che ha vinto la concorrenza di Merhi e Lotterer per il sedile anglo-malese, un 9° posto come miglior risultato.

14° - Maldonado (Lotus). In F1 non è mai andato a punti a Monza (11° posto come miglior risultato) ma in GP2 è salito sul podio (nel 2008, 2° classificato). Per lui la prima variante è sempre stata un incubo...

15° - Gutierrez (Sauber). 13° nel suo unico GP d'Italia nel 2013, ha però vinto qui una gara GP3 nel 2010.

16° - Bottas (Williams). 15° nel 2013, ha vinto in GP3 nel 2011. A differenza dell'anno scorso, però, la Williams potrebbe aiutare il finlandese a raggiungere un risultato ben più "succoso".

17° - Vergne (Toro Rosso). In F1 ha corso a Monza due GP, sempre ritirandosi. Ma, esattamente come Ricciardo, ha fatto faville nel 2011 nella Formula Renault 3.5, arrivando 1° e 2°.

18° - Kvyat (Toro Rosso). Nessun GP di F1 a Monza nel suo curriculum, ma tante vittorie nelle serie minori, sia in Formula Renault 2.0 (due 1° posti) e in GP3 (un 1° e un 2° posto).

19° - Bianchi (Marussia). 19° in F1 nel 2013, ha però conquistato due podi in GP2 (2° nel 2010, 3° nel 2011).

20° - Chilton (Marussia). Ha corso qui solo nel 2013, arrivando 20°. 4° in GP2 nel 2012.

21° - Ericsson (Caterham). Debuttante in F1, ha conquistato un 3° posto nel 2012 in GP2.

22° - Magnussen (Mclaren). Nessuna esperienza di rilievo per il danese. Potrebbe migliorare il risultato di suo padre, che si ritirò nel GP d'Italia 1997 .


Nessun commento:

Posta un commento